Esplora

    Le Rughe

  • Le Rughe sono un raro e suggestivo esempio di architettura castellana duecentesca, che risolve in un'unica soluzione i problemi della viabilità e della difesa lungo il perimetro interno della cinta muraria di ponente, sulla quale si apre la portam castri che, sotto la torre merlata, è tuttora l'ingresso principale del castello.

    Ma siccome sono le esigenze di difesa a prevalere su quelli di viabilità, la strada livellata che si vede oggi non esisteva ed era invece un percorso a saliscendi, per così dire, su alcuni punti nei quali confluivano, passando sotto le case, brevi discese provenienti dalla parallela immediatamente superiore, detta lo Stradone ed oggi via Roma, evidentemente allo scopo di favorire il movimento difensivo dei castellani verso la cinta muraria e la portam castri.

    Le rughe costituiscono ancora un esempio di urbanistica medioevale, avente in questo caso il duplice scopo militare di disorientare quel nemico che fosse riuscito ad entrare nel castello superando la portam castri e conseguentemente di favorire il passaggio dei castellani alla controffensiva. Attualmente si possono notare le coperture con volte in pietra a tutto sesto o con tavolato, i potenti archi acuti o a tutto sesto che le sorreggono, le feritoie da cui prendono luce e che nel medioevo erano anche luogo di difesa dagli attacchi esterni su questo fronte, grazie anche all'aiuto che veniva ad esse dalle strutture che vi poggiavano sopra e che sui quattro tratti rimasti tuttora poggiano.

    FONTE:
    Guida storica di Fossato di Vico di Luigi Galassi

  • Compila il form sottostante per ricevere informazioni.






       Desidero ricevere informazioni tramite posta elettronica sulle novitÓ e sulle offerte della Fossato di Vico ComunitÓ Ospitale
       Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 e seguenti modifiche*